26/01/2013

Concorso: Elenchi degli ammessi alle prove scritte con le sedi d’esame

 

 

Calabria

Abruzzo

Basilicata

Lombardia

Campania

Emilia Romagna

Toscana

Veneto

Lazio

Sardegna

Sicilia

Puglia

Piemonte

Liguria

Friuli

 

Umbria                        ( non ancora presenti le sedi)

 

Gli elenchi mancanti dovranno essere pubblicati  nei prossimi giorni sul sito di ciascun Ufficio Scolastico Regionale.

 

 


22/01/2013
Cessazioni dal servizio - Personale della Scuola

Prorogato al 5 febbraio 2013 il termine finale per la presentazione, da parte di tutto il personale del comparto scuola, delle domande di collocamento a riposo aventi decorrenza 1° settembre 2013.

___________________________
18/01/2013
Concorso: ulteriori elenchi regionali degli ammessi alle prove scritte

Abruzzo

Lazio

Liguria

Puglia

Sardegna

Veneto


15/01/2013

Concorso

Gli elenchi degli ammessi alle prove scritte

(in qualsiasi momento può essere disposta l’esclusione dei candidati privi dei requisiti,fatta eccezione per i beneficiari di provvedimento cautelare del TAR ; a tale proposito: è opportuno che i docenti che abbiano partecipato alle prove preselettive in virtù di provvedimento di “sospensiva”TAR, verifichino la presenza del proprio nominativo fra gli ammessi della regione prescelta. In caso di mancato recepimento da parte dell’USR del provvedimento di ammissione alle prove, i docenti dovranno prendere immediati contatti con l’avv. Antonio De Angelis che ha patrocinato il ricorso (3484782212).

E’ indispensabile che i beneficiari di “sospensiva” ottenuta a seguito di ricorso, risultati idonei alle prove preselettive, si presentino alle prove scritte muniti di ordinanza del TAR.)

                                                                   Umbria     

Calabria

Lombardia

Emilia Romagna

Campania

Piemonte

Sicilia

Toscana

Trento

Trento


12/01/2013

Nuove.. sul fronte dei ricorsi contro il concorso..

Nuovo successo per Agorà Scuola. Il TAR del Lazio, con Ordinanza n. 163 del 10 gennaio 2013, ha accolto la richiesta contenuta nel ricorso proposto dagli iscritti del sindacato contro il concorsone, nella parte del bando in cui esclude dalla partecipazione i soggetti laureati dopo il 2001/2002 (laurea quadriennale) o 2002/03 (laurea quinquennale).

Tale Ordinanza fa seguito al decreto cautelare (sospensiva) n. 4492/12 dell’11/12/2012 e conferma “in toto”i motivi ispiratori della ns. azione legale.

Ampia soddisfazione per tale ulteriore successo legale da parte dell'Avvocato Antonio De Angelis, amministrativista - che ha patrocinato il ricorso. "Con questo risultato DEFINITIVO” - ha dichiarato il legale “i ricorrenti potranno tranquillamente proseguire l’iter concorsuale e sostenere le varie prove, senza correre il rischio di esclusioni"

L'illegittimità del bando di concorso, nella parte in cui esclude laureati dopo il 2001/2002 (laurea quadriennale) o 2002/03 (laurea quinquennale), spiega ancora l’Avv. De Angelis, non potrà -in seguito- che essere confermata, in quanto di tutta evidenza".

 


28/12/2012

Concorso personale docente

Concorso per il personale docente. FAQ del 28 dicembre 2012


Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Dipartimento per l'istruzione

“29) Dall’esame dei programmi allegati al bando di concorso (del D.D.G. 82 del 24 settembre 2012) relativi all’Ambito 5 – lingua inglese e francese – si rileva l’assenza totale dei contenuti per la prova scritta.

Per il programma e i contenuti della prova scritta dell’Ambito 5 deve farsi riferimento a quanto previsto e chiarito per la prova orale. Entrambe le prove dovranno essere svolte nella lingua straniera della relativa classe di concorso.

31) Al concorso di cui al D.D.G. n. 82 del 24 settembre 2012 possono partecipare anche i docenti non abilitati o solo quelli ammessi a seguito di ricorso? Si conoscono ora dove sono dislocati i posti messi a concorso e quali le graduatorie esaurite?


Come già fatto presente nella precedente Faq. n. 15, in conformità a quanto disposto nell’art. 2 del bando, al concorso possono partecipare, non solo gli abilitati, ma anche coloro che hanno conseguito i titoli di laurea e i diplomi richiesti per l’insegnamento entro l’anno scolastico o anno accademico 2001/2002 o entro l’anno accademico 2002/2003 per i corsi quinquennali. Fuori da queste ipotesi, esplicitamente previste nel bando, i semplici laureati che hanno partecipato alla prova preselettiva, lo hanno potuto fare solo in virtù di una ordinanza cautelare del TAR Lazio.

I posti messi a concorso sono il 50% dei posti che si prevedono disponibili a seguito del turn-over del corpo docente che si verificherà negli anni 2013-14 e 2014-15 nelle regioni previste dal bando, condizione questa necessaria per ottenere l’autorizzazione del MEF. Ovviamente l’altro 50% è destinato allo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento. Le due procedure di reclutamento sono distinte e fanno seguito ad autonomi percorsi di selezione. Attualmente non è possibile conoscere la effettiva dislocazione provinciale dei posti messi a concorso in quanto gli stessi sono legati alla determinazione degli organici, delle cessazioni e dei trasferimenti che vengono definiti annualmente. Le graduatorie ad esaurimento, esaurite e non esaurite, sono pubblicate nell’area “reclutamento” del sito di questo Ministero ogni triennio prima della fase di aggiornamento delle stesse, con la indicazione della residua consistenza di ciascuna.”


24/12/2012

Tornano gli scatti 2011..

(…diminuisce il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa - MOF )

L’ipotesi di accordo del 12 dicembre 2012 sugli scatti di anzianità del personale

della scuola per l'anno 2011 porterà l’auspicato aumento a pochi, generalizzando un

calo di opportunità per la scuola dell’autonomia, ove – come sempre - si continuerà

a far conto sulle buona volontà di ciascuno per l’attuazione di progetti ed iniziative

 essenziali ad una scuola che cambia di giorno in giorno funzioni e finalità.

 

L’accordo sana unicamente l’anno 2011, nulla dispone per l’anno 2012.

Per realizzarlo vengono sottratte in misura del 25% le risorse per le attività aggiuntive

 da prestare nella scuola dell’autonomia che non può di certo mantenersi viva e vitale

con risorse economiche sempre meno significative.

 

Con il recupero eventuale per il 2012, il calo di risorse sarà pari a circa il 50%.Perdurando tale meccanismo, così come da accordo raggiunto da varie sigle sindacali, CGIL esclusa, nell’anno 2014, sarà azzerata qualsiasi forma di finanziamento per il MOF (fondo d’Istituto).

 Viene demandato alla contrattazione d’Istituto il compito di garantire –nonostante il taglio dei fondi -

la copertura finanziaria delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti, i corsi di recupero…

 
21/12/2012

Pensioni 2013   -  C.M. 98 del 20 dicembre 2012

Inoltro delle istanze di cessazione dal servizio:  scadenza  25 gennaio 2013                 

Coloro che abbiano maturato i requisiti già al 31/12/2011

anni 61 donne            (2013 – 63)
anni 65 uomini         (2013 – 67)

40 servizio                  (2013 – 42)

                                                           *********

anni 60            +          36 servizio                  (2013 - 62 + 38)

anni 61            +          35                              (2013 - 63 + 37)

A tal fine possono essere sommate ulteriori frazioni di età e contribuzione ( es.: età 60 anni  e 4 mesi, servizio 35 anni e 8 mesi)

Vecchiaia

Requisito:         anni      66        mesi 3              entro 31/08/2013           (cessazione d’ufficio)
  
                     anni      65        +          anni 35  di servizio                         al 31/12/2011    (uomini)

             anni      65        +          anni 19 mesi 11 giorni 16  di  servizio al 31/12/2011  (donne)

                anni      65        +          anni 14 mesi 11 giorni 16  di  servizio al 31/12/2011           (donne)   se in     servizio al 31/12/1992

 

                                                               Vecchiaia                     (cessazione a domanda)

                        anni     66       mesi 3                entro 31/12/2013

 anni      63        +          anni 19 mesi 11 giorni 16  di  servizio al 31/12/2011  (donne)                     
            anni      63        +          anni 14 mesi 11 giorni 16  di  servizio al 31/12/2011  (donne)
se in     servizio al 31/12/1992

Pensione anticipata

                        anni      42       +          mesi 5  servizio al 31/12/2013                (uomini)

                        anni      41       +          mesi 5  servizio al 31/12/2013                (donne)

 

Per il 2013 potranno continuare ad andare in pensione – optando per il sistema contributivo fortemente penalizzante sull’importo di pensione - le donne con  anni            57+35 di  

servizio al 31/12/2012

Tale anzianità, se maturata al 31/12/2013 consentirà  il diritto al trattamento pensionistico a decorrere dal  1 settembre 2014, ai sensi dell'articolo uno, comma 21 della legge 149/2011
 TRATTENIMENTO IN SERVIZIO

Possono presentare domanda di trattenimento in servizio:

1)​ Coloro che compiono 65 anni entro il 31.08.2013 e possedevano uno dei requisiti previsti dalla vecchia normativa entro il 31.12.2011;
2)​ Coloro che compiono anni 66 e mesi 3 entro il 31.08.2013;
3)​ Coloro che, possedendo l’età di 66 anni e 3 mesi entro il 31.08.2013, non hanno raggiunto il minimo dei contributi per la pensione di vecchiaia (anni 20)



   Concorso e punteggi inferiori a 35/50 

(ovvero 7/10 o 28/40)

 

Si è molto dibattuto nei giorni scorsi circa la possibilità di impugnare al TAR l’esclusione dal Concorso per chi abbia ottenuto nella prova preselettiva un punteggio inferiore a 35/50 (7/10).

Onde dirimere ogni residuo dubbio abbiamo esaminato - attraverso i ns. legali - la normativa vigente e quella richiamata dal bando .

Decreto legislativo 297/1994 -         Art. 400.

Concorsi per titoli ed esami.

2. è stabilita più di una prova scritta, grafica o pratica soltanto quando si tratti di concorsi per l'accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria, dei licei artistici e degli istituti d'arte e la classe di concorso comprenda più insegnamenti che richiedono tale forma di accertamento.

3. Nel concorso per esami e titoli per l'accesso all'insegnamento nella scuola elementare, oltre alle prove di cui al comma 1, i candidati possono sostenere una prova facoltativa, scritta e orale, di accertamento della conoscenza di una o più lingue straniere e della specifica capacità didattica in relazione alle capacità di apprendimento proprie della fascia di età dei discenti. Detta prova è integrata da una valutazione di titoli specifici; ad essa sono ammessi i candidati che abbiano conseguito la votazione di almeno ventotto quarantesimi sia nella prova scritta che nella prova orale. ( n.d.r 7/10)

10. Superano le prove scritte, grafiche o pratiche e la prova orale i candidati che abbiano riportato una votazione non inferiore a ventotto quarantesimi.

11. La valutazione delle prove scritte e grafiche ha luogo congiuntamente secondo le modalità stabilite dal decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1989, n. 116. Peraltro, l'attribuzione ad una prova di un punteggio che, riportato a decimi, sia inferiore a sei preclude la valutazione della prova successiva.

Concorsi 1999

Primaria

4. Superano la prova scritta e la prova orale i candidati che conseguono una votazione non inferiore a ventotto su quaranta in ciascuna delle due prove. Superano la prova facoltativa di lingua straniera i candidati che conseguono una votazione non inferiore a punti 4,80 su 8,00.

Secondaria

2. La commissione giudicatrice dei concorsi dispone di cento punti, di cui

*             quaranta punti per le prove della fase scritta e per la/e eventuale/i prova/e pratica/che,

*             quaranta punti per la prova orale e venti punti per i titoli.

3. Superano le prove della fase scritta e la/e eventuale/i prova/e pratica/che i candidati che abbiano riportato complessivamente una votazione non inferiore a punti ventotto su quaranta e non meno dei punti corrispondenti ai sei decimi in ciascuna delle singole prove (n.d.r.: scritta e pratica se previste per quella specifica materia )

L’unica ipotesi di utilizzo di una votazione pari a 6/10  (ovvero 30/50) per passare da una prova precedente ad una successiva del medesimo concorso riguarda cioè i concorsi per materie tecnico-pratiche della scuola secondaria, ove possono sussistere ad esempio:

·         prova scritta  punti  6/10 + prova pratica 8/10         per un totale complessivo di 7/10 (28/40, 35/50)

·         prova orale     punti   7/10 (28/40, 35/50)

·          

Premesso quanto sopra come “excursus” normativo “a monte” dell’attuale procedura, nel bando di concorso 82/2012 la prova selettiva riguarda tutti gli ordini di scuola e risulta propedeutica a tutte le prove normalmente previste per ciascun insegnamento e - non concorre alla formazione del voto finale nella graduatoria di merito”. Esso infatti dispone:

“Prova di preselezione

1. Ai fini dell’ammissione alle prove scritte i candidati devono superare una prova di preselezione

computer-based, unica per tutti i posti e le classi di concorso e per tutto il territorio nazionale….

.

6. Sono ammessi alla prova scritta i candidati che hanno conseguito un punteggio non inferiore a 35/50. Il non superamento della prova comporta l’esclusione dal prosieguo della procedura concorsuale..”

Articolo 7 -Prove scritte ovvero scritto-grafiche. I candidati che superano la prova di cui all’articolo 5  (n.d.r.: prova preselettiva) sono ammessi, con decreto del direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale competente, a sostenere una o più prove nazionali scritte ovvero scritto-grafiche relative alle discipline oggetto di insegnamento per ciascun posto o classe di concorso.

Allegato 3 - 4. La commissione assegna alle prove di cui al comma 1 un punteggio complessivo di 40 punti. Nel caso di due o più prove, il punteggio è ottenuto dalla media aritmetica delle singole prove, a ciascuna delle quali è assegnato un punteggio massimo di 40 punti. La prova è superata dai  candidati che conseguono nella prova ovvero in ciascuna delle singole prove un punteggio non inferiore a 28 punti (28/40 - 35/50).

Dall’excursus normativo sopra citato risulta non priva di problemi l’ipotesi di recupero della situazione personale del docente che non abbia superato la prova preselettiva (punteggio da 30 a 34 o inferiore) attraverso specifico ricorso al TAR del Lazio che potrebbe comportare – in assenza di ulteriori elementi pregiudiziali – il rigetto del ricorso per insufficienza di profili di illegittimità.

 

Onde però corrispondere alle aspettative dei docenti che abbiano acquisito un punteggio fra il 6 ed il 6,9 (30 e 34,5), l’Ufficio legale ha ipotizzato l’inoltro di ricorsi singoli per meglio evidenziare le problematiche connesse alla specifica prova (domande con risposta non corretta.. errori, duplicazioni..).

L’Ufficio legale è disponibile all’esame delle varie situazioni, onde permettere ai docenti – sussistendone i presupposti – l’accesso alle prove successive, la prima delle quali è prevista per il mese di febbraio. Si rammenta a tale scopo che -ormai da circa un anno- chi produce ricorso deve versare allo Stato il cosiddetto contributo unificato il cui costo iniziale, salvo motivi aggiunti, è pari ad euro 300.00, più spese legali seppur contenute in virtù della convenzione con l’Agorà.

Qualora interessati, inviare subito una mail ad agorascuola@agorascuola.it, specificando il punteggio acquisito nella prova preselettiva e tutte le notizie utili per la proposizione del ricorso.

Il tutto entro e non oltre lunedì 7 gennaio 2013

                                                               ********************

                Il 15 gennaio in Gazzetta Ufficiale le date delle prove scritte

Prova scritta
Strutturata su "una serie di quesiti a risposta aperta, servirà a valutare le competenze professionali e le competenze relative alla disciplina oggetto della prova

La prova scritta della scuola primaria comprende anche l'accertamento della conoscenza della lingua inglese.

Per ciascuna classe di concorso potrà essere prevista una o più prove nazionali scritte ovvero scritto grafiche.

I punteggi

La commissione assegna alle prove scritte un punteggio complessivo di 40 punti.

Nel caso di due o più prove, il punteggio è ottenuto dalla media aritmetica delle singole prove, a ciascuna delle quali è assegnato un punteggio massimo di 40 punti.

La prova è superata dai candidati che conseguono nella prova ovvero in ciascuna delle singole prove un punteggio non inferiore a 28 punti.

Prove di Laboratorio e Prove Pratiche

Ai candidati che devono sostenere anche la prova di Laboratorio la commissione assegna, per la prova o prove scritte un punteggio complessivo massimo di 30 punti.

Nel caso di due o più prove, il punteggio è ottenuto dalla media aritmetica delle singole prove, a ciascuna delle quali è assegnato un punteggio massimo di 30 punti. La prova è superata dai candidati che conseguono nella prova ovvero in ciascuna delle singole prove un punteggio non inferiore a 21 punti.

Prove di Laboratorio e prove pratiche sono superate se il candidato consegue un punteggio non inferiore a 7/10.

Il punteggio così ottenuto, espresso in quarantesimi (n.d.r: 28/40) permette l’ammissione alla prova orale.                                                                                                                                                                                                                        Abilitazioni per ambito  Gli ambiti disciplinari sono stabiliti dal dm 354/98 , con l'intento di "garantire …una più ampia mobilità professionale al personale nell'ambito del settore individuato"

Art. 8 - Articolazione delle prove scritte per classi di concorso comprese in ambiti disciplinari

1. Secondo il vigente ordinamento, per gli ambiti disciplinari 1, 2, 4 e 5 è prevista una prova scritta obbligatoria e comune, il cui mancato superamento comporta l'esclusione dall'unica prova orale obbligatoria e comune.

2. Per gli ambiti disciplinari 7, 8 e 9 le prove sono così articolate:

A.D. 7 - (cl. 36/A e 37/A). Il candidato deve sostenere la prova scritta obbligatoria e comune di Filosofia. Il superamento di tale prova consente la valutazione delle prove aggiuntive di Psicologia, Sociologia e Scienza dell'educazione, per la classe 36/A, o di Storia per la classe 37/A, ovvero di entrambe le prove per entrambe le classi. Il superamento delle prove aggiuntive consente di sostenere le rispettive prove orali. Il mancato superamento di una delle prove aggiuntive non preclude la possibilità di sostenere la prova orale per l'altra classe di concorso per la quale sia stata superata la relativa prova aggiuntiva. Vengono compilate due distinte graduatorie, una per la classe 36/A ed una per la classe 37/A.

A.D. 8 - (cl. 38/A - 47/A - 49/A). Il candidato deve sostenere la prova scritta obbligatoria di Matematica per la classe 47/A o di Fisica per la classe 38/A, ovvero entrambe le medesime prove, obbligatorie e comuni, di Matematica e di Fisica per la classe 49/A. Il superamento delle prove obbligatorie consente di sostenere 

l'eventuale prova pratica e le rispettive prove orali. Il superamento di tutte le prove relative alle classi 38/A e 47/A comporta l'inserimento nella graduatoria anche per la classe 49/A.

AA.DD. 4 e 9 (cl. 43/A / 50/A - 51/A - 52/A). Il candidato deve sostenere la prova scritta obbligatoria e comune di Italiano. Il mancato superamento di detta prova comporta l'esclusione dalla valutazione delle prove successive. Il superamento della prova scritta di Italiano ammette alla prova orale di Italiano, Storia, Educazione civica e Geografia. Il superamento di detta prova orale consente l'inserimento del candidato, con il medesimo punteggio, nelle distinte graduatorie relative alle classi di concorso comprese nell'ambito disciplinare n. 4 (cl. 43/A - 50/A). Al candidato avente titolo, che abbia superato la prova scritta di Italiano, è valutata la prova scritta aggiuntiva di Latino. Al candidato avente titolo che abbia superato le prove scritte di Italiano e Latino è valutata la prova aggiuntiva di Greco. In caso di valutazione positiva delle prove scritte aggiuntive di Latino e Greco, il candidato è ammesso a sostenere distinte prove orali per Latino e Greco, il cui superamento consente di essere inserito nelle rispettive graduatorie per la classe52/A.     
I programmi           
                                                                                                                                           ________________________________

                                             _____________________________________

 


 


 
 
  Site Map